Dove trovarci

Valbuena, parole al veleno contro la nazionale francese

Prima il danno e poi, come se non bastasse, anche la beffa. Ecco quanto successo a Mathieu Valbuena nel 2015, in seguito al tentativo di estorsione subito nel quale fu coinvolto Karim Benzema.

In quell’occasione il numero 9 del Real Madrid fu escluso dalla nazionale francese ma non fu l’unico. Infatti anche il giocatore classe 1984, ex Lione e Marsiglia tra le altre, non fu convocato per la vicenda. Da quel momento Valbuena non ha mai più vestito la maglia bleus, con la quale ha collezionato 52 presenze e 8 reti. Dopo alcuni anni, il centrocampista francese è tornato a parlare ai microfoni di RMC Sport, criticando la nazionale francese per averlo punito ingiustamente:

“È stato terribile, la cosa più difficile è stata per la mia famiglia quando la notizia è stata resa pubblica. Deschamps poi mi chiamò per dirmi che non mi avrebbe convocato: sono stato punito doppiamente per qualcosa di cui ero vittima.”

Valbuena ha inoltre sottolineato come, nonostante le acque si fossero calmate, non fu preso in considerazione da Deschamps:

“Didier ha parlato con me e mi ha detto che mi stava seguendo: speravo di tornare, ma poi mi sono reso conto che ormai per la Francia ero morto. Ho dovuto digerirlo, anche se mi ci è voluto molto tempo. Non nascondo che se la Francia avesse vinto gli Europei nel 2016, io non me ne sarei rallegrato.”

Parole dure ma comprensibili. Dopo essere stato coinvolto in una situazione spiacevole, per lui è svanito anche il sogno di giocare nella nazionale che, due anni dopo, si è laureata Campione del Mondo in Russia.

(Fonte immagine di copertina: profilo Instagram ufficiale Valbuena)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale