Dove trovarci
carboni

Archivio generico

Valentin Carboni, un diez italo-argentino dell’Inter

Valentin Carboni, un diez italo-argentino dell’Inter

Il percorso di ogni calciatore, dalle giovanili fino ai più importanti palcoscenici, è ricco di ostacoli, sacrifici e momenti controversi. L’inserimento in un nuovo spogliatoio, l’approccio ad un nuovo allenatore e la gestione delle difficoltà possono causare periodi problematici, che conseguentemente condizionano le prestazioni nel rettangolo di gioco. Tutto ciò può risultare più abbordabile quando al proprio fianco si hanno degli amici, più che dei semplici compagni di squadra, ma può tramutarsi in qualcosa di magico quando lo si condivide con il proprio fratello.

Nella storia del calcio sono svariate le occasioni in cui due fratelli hanno giocato nella stessa squadra. Emozionante fu il percorso dei gemelli Antonio ed Emanuele Filippini, che hanno condiviso la maggior parte della loro esperienza calcistica prima al Brescia, poi al Palermo, alla Lazio e al Livorno. Celebri anche i gemelli brasiliani Rafael e Fabio, terzini del Manchester United di Sir Alex Ferguson; è più recente invece il caso dei fratelli Antonio e Gianluigi Donnarumma al Milan.

Privilegio simile potrà vivere Valentin Carboni, il protagonista odierno della rubrica “Un futuro da Diez e lode”. Figlio di Ezequiel Carboni, ex difensore del Catania dal 2008 al 2011, milita nelle giovanili dell’Inter insieme al fratello maggiore Franco (classe 2003) ed il fratellino Christian (classe 2009).

PERCORSO DI CRESCITA

Carboni, nato il 5 marzo 2005, ha la doppia nazionalità italo-argentina; tuttavia, al momento, sta giocando con la maglia degli azzurri. I suoi primi calci ad un pallone li ha tirati, da giovanissimo, al Club Lafuente, nel quale ha mostrato nell’immediato colpi balistici alquanto complicati per un ragazzino così giovane.

Ha vissuto anni di crescita e soddisfazioni al Lanùs, dove si aggiudicò il torneo giovanile “Novena Division Campeon”. Spettacolare fu la sua prestazione nella finale, vinta 3-0, contro l’Indipendiente.

Nel luglio 2019 si trasferisce al Catania, dove suo padre e suo fratello Franco sono rispettivamente allenatore e calciatore dell’Under 18. Un anno ricco di soddisfazioni con gli etnei, prima di approdare all’Inter nel settembre 2020, che per lui ha sborsato 300 mila euro più bonus.

Suo padre Ezequiel ha commentato così, su Instagram, il suo approdo ai nerazzurri:

Siamo orgogliosi di te, è senza dubbio frutto del tuo impegno, dedizione, ma soprattutto dell’umiltà. Questo è solo l’inizio di tanto altro”.

L’impatto all’Inter è stato travolgente, in poco tempo ha superato tutta la trafila delle giovanili, fino ad esordire in Under 19. Quest’anno è stato protagonista di prestazioni autorevoli nell’Under 18 di mister Andrea Zanchetta, mettendo a referto 5 gol e 5 assist in 9 partite. Successivamente è entrato nell’orbita Under 19 di mister Chivu, esordendo, al fianco del fratello Franco, prima in Youth League, contro lo Sheriff Tiraspol, poi in Primavera 1, contro il Torino.

In estate ha iniziato anche a giocare nella nazionale Under 17 di mister Bernardo Corradi, divenendo un elemento insostituibile: in 10 presenze ha segnato 4 reti.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Carboni è un trequartista che all’occorrenza può giocare anche da seconda punta, maggiormente in prossimità della porta avversaria. In campo ama posizionarsi, con i tempi giusti, tra le due linee offensive e sorprendere le difese avversarie con precisi filtranti. La sua tecnica individuale è eccezionale: con il suo educato mancino accarezza la palla per poi avventurarsi in serpentine devastanti e micidiali. I suoi colpi mancini sono di estrema precisione, riesce a creare delle traiettorie imparabili con una facilità imbarazzante.

Con estrema facilità dribbla gli avversari, mostrando una straordinaria rapidità di gambe che manda in confusione chi cerca di contrastarlo; anche la sua finta di corpo è di difficile lettura per gli avversari. L’eleganza nei tocchi di suola e la rapidità con cui chiama gli scambi ai compagni sono aspetti che fanno brillare gli occhi in quanto richiamano, quasi implicitamente, illustri paragoni.

Ѐ un calciatore giovanissimo in piena formazione, ma allo stesso tempo sta bruciando prepotentemente le tappe. L’aspetto che maggiormente impressiona è la tranquillità con la quale fa sembrare semplici anche le giocate più articolate, qualità che appartiene solamente ai calciatori con un determinato status.

Fonte immagine di copertina: diritto Google creative commons

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Archivio generico