Connect with us
Venezia, dilaga la diffusione del virus nel gruppo squadra!

Flash News

Venezia, è caos Covid: il numero di positivi sale vertiginosamente!

Pubblicato

:

Venezia

Continua il caos da Covid in Serie A. Dopo la notizia della nuova positività in casa Salernitana, secondo alcune indiscrezioni, il Venezia non se la spassa poi così meglio; sarebbero emersi 11 nuovi casi nella prima squadra dei lagunari attraverso un giro di test a base di tamponi rapidi. Per gli uomini di Paolo Zanetti, che saranno impegnati in questo week end di A contro l’Inter, la conferma di tamponi positivi al virus rappresenterebbe un duro colpo, che decimerebbe la rosa veneta.

IL COMUNICATO DELLA SOCIETÀ

Tramite il comunicato, redatto dal responsabile della comunicazione del club, il club arancioneroverde fa sapere che la prassi del protocollo prevede la somministrazione a un primo giro di tamponi rapidi. D’altro canto, questi necessitano di una conferma più sicura, che solo un tampone molecolare può dare. A seguire troviamo tutte le parole del comunicato, redatte dal club:

“Vengono sempre e costantemente effettuati tamponi rapidi all’interno del gruppo squadra. A seguito degli ultimi test rapidi effettuati, alcune positività sarebbero emerse, ma la certezza o meno del contagio potrà essere rilevata solo dai tamponi molecolari, che sono stati prontamente effettuati presso una struttura sanitaria. Attualmente siamo in attesa di conoscere l’esito di detti esami molecolari, esito che potrebbe uscire stasera oppure nella mattinata di domani. Al momento non ci è dato sapere, quindi, quali e quanti giocatori potrebbero risultare positivi al COVID”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calciomercato

Spinazzola pronto a salutare la Roma: la Juventus fiuta il colpo

Pubblicato

:

Spinazzola

La Roma a fine stagione dovrà far fronte a diverse, probabili, partenze a parametro zero. Tra i calciatori in scadenza di contratto ci sarebbe anche Leonardo Spinazzola, già fortemente richiesto in giro per il mondo e per il quale spunterebbe un’opportunità piuttosto ghiotta.

Il terzino italiano, infatti, potrebbe diventare un’obiettivo concreto per il mercato della prossima stagione della Juventus e l’idea non sarebbe infondata. Alle basi di questo avvicinamento, oltre che il lungo periodo passato a Torino, ci sarebbero i contatti costanti tra l’entourage del giocatore, guidati da Davide Lippi, e la dirigenza del club bianconero.

Spinazzola, però, sarebbe già corteggiato da diversi club dell’Arabia Saudita e, a tal punto, potrebbe risultare decisiva la voglia del calciatore di restare in Europa. Sin da gennaio, il team del calciatore ha fatto presente al parco dirigenziale della Roma come non ci fossero margini di rinnovo. E, seppur il cambio in panchina abbia aumentato notevolmente l’importanza dello stesso all’interno della squadra, l’intenzione sarebbe valutare con estrema attenzione il mercato italiano ed europeo, aprendo eventualmente a quello arabo.

La Juventus starebbe attenzionando il mercato dei parametri zero e, seppur ci siano tanti tanti dubbi sulla tenuta fisica di Spinazzola, l’acquisto potrebbe rivelarsi semplice e di notevole importanza. Tuttavia c’è del tempo per valutare, senza creare illusioni, prima di dire no definitivamente.

Continua a leggere

Flash News

Parma, Mihaila: “Con il Como partita tosta. Sulla classifica…”

Pubblicato

:

Parma Mihaila

La 26ª giornata del campionato di Serie B ha un retrogusto amaro per il Parma capolista. Nella delicata trasferta contro il Como, dopo un primo vantaggio, i nerocrociati si fanno recuperare fissando sull’1-1 il punteggio. Poi risultato finale della partita stessa. Al termine della gara, l’attaccante degli ospiti Valentin Mihaila ha parlato della partita giocata e del suo stato di forma.

LE PAROLE DI VALENTIN MIHAILA DOPO COMO-PARMA

SULLA PARTITA – “Tutti abbiamo lottato, tutti abbiamo sofferto. E’ stata una partita tosta contro una squadra che ha giocato, sapevamo che palleggiano bene. Sono contento per questo pareggio e per questo punto portato a casa”.

CHIUDERE LA PARTITA – “Sì, dopo il primo gol subito abbiamo avuto delle buone chance per raddoppiare. Nel calcio si può sbagliare, tutti sbagliamo, abbiamo fatto un punto e siamo ancora lì”.

L’ASSIST – “Ero sul sinistro e ho preferito non rischiare, ho visto Benek che era posizionato meglio di me, c’era anche Dennis dietro ma non l’ho visto. L’ho data a Benek e gliel’ho passata per fare un gol facile”.

LO STATO DI FORMA – “Sì sto bene, mi alleno bene e non ho avuto problemi da quando ho cominciato quest’anno, sono molto contento di questo”.

LA CLASSIFICA – “Ci concentriamo su di noi, poi vediamo cosa succede”.

Continua a leggere

Flash News

Le formazioni ufficiali di Juventus-Frosinone: ritorna Bremer dal 1′

Pubblicato

:

UFFICIALE - Bremer rinnova con la Juventus fino al 2028

All’Allianz Stadium arriva il Frosinone di mister Eusebio Di Francesco, una delle squadre rivelazione di questa Serie A. Ma in casa Juventus sanno bene che, ora come ora, non si deve guardare a nessun pronostico. Dopo aver raccimolato due punti in 4 partite, qualsiasi avversario si ponga dinnanzi alla squadra di Massimiliano Allegri, specialmente se tra le mura di casa, deve essere fatto preda dei bianconeri. Il fischio di inizio di Juventus-Frosinone, valevole per la 26ª giornata di Serie A, è atteso per le ore 12:30, con la direzione di gara affidata al signor Antonio Rapuano.

Quindi, una Juventus motivata e combattiva si prepara ad ospitare una squadra giovane e sprintosa come i ciociari. I quali, tra le loro fila, possono annoverare alcuni giocatori provenienti proprio dal vivaio bianconero. Allegri riabbraccia Bremer, ma perde capitan Danilo per squalifica. Di Francesco, invece, deve fare i conti con una lista kilometrica di indisponibili, ma, perlomeno, ha a disposizione i suoi uomini migliori in zona avanzata. Tra questi, ovviamente Matias Soulé, che avrà un’altra occasione per dimostrare il suo valore contro la squadra che ne detiene ancora la proprietà.

LE FORMAZIONI UFFICIALI DI JUVENTUS-FROSINONE

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Rugani; Cambiaso, McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic; Vlahovic, Chiesa. All. Allegri.

FROSINONE (3-5-2): Cerofolini; Lirola, Romagnoli, Okoli; Zortea, Brescianini, Mazzitelli, Harroui, Valeri; Soulè, Cheddira. All. Di Francesco.

Continua a leggere

Flash News

Torino, Buongiorno: “Sogno l’Europeo, i miei idoli Nesta e Maldini”

Pubblicato

:

Alessandro Buongiorno Torino Serie A Coppa Italia

Il difensore centrale del Torino, Alessandro Buongiorno, si è raccontato nel corso di una lunga intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport. La colonna portante della difesa granata ha parlato di tanti argomenti. Dalla possibilità di andare all’Europeo con l’Italia di Spalletti, che proprio ieri aveva rilasciato delle dichiarazioni parlando benissimo di lui, al percorso di recupero che sta affrontando per tornare al più presto in campo. Fino al tema della personalità del suo allenatore Ivan Juric.

TORINO, LE DICHIARAZIONI DI BUONGIORNO

SULL’EUROPEO – “Sto facendo di tutto per recuperare, per arrivare pronto. So che in Nazionale non basta essere forti. Lì guardano, giustamente, anche la qualità umana, la capacità di stare nel gruppo, di sentirsi parte e non tutto. Spero proprio di farcela, sto alzando i ritmi e faticando non solo per la maglia granata. Anche per quella azzurra”

ATTACCANTE PIÙ DIFFICILE DA MARCARE – “Per me Lukaku. È molto ostico. Ha una grande fisicità, e la usa. Bisogna stare molto attenti a non dargli campo. Con lui è necessario giocare di anticipo. Un altro fortissimo, anche se fin qui non l’ho mai marcato, è Osimhen. Ha corsa, potenza, cattiveria agonistica.

SUL SUO IDOLO DA PICCOLO – “I miei idoli erano due: Nesta e Maldini. So a memoria le loro partite, ho consumato YouTube per vedere il modo in cui difendevano e partecipavano al gioco”.

SU JURIC – “È Un allenatore tosto, che giustamente chiede tanto, che pensa al gruppo e lo difende. Quando lo abbiamo conosciuto non eravamo abituati a quei ritmi di lavoro, a quell’intensità di preparazione e di gioco. Ma ora abbiamo capito il suo modo di intendere il calcio e cerchiamo di applicarlo. Non so dove potremo arrivare, ma certo il più in alto possibile”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969