Connect with us
L'ex Torino Venturin sulla sfida con il Napoli: "Gara non impossibile, ma molto difficile"

Flash News

L’ex Torino Venturin sulla sfida con il Napoli: “Gara non impossibile, ma molto difficile”

Pubblicato

:

Torino

Nella giornata di domani, all’interno della cornice della 27° giornata di Serie A, allo Stadio Olimpico Grande Torino, è in programma la gara che vedrà affrontarsi l’attuale capolista, il Napoli, ed i padroni di casa del Torino, guidati da Juric. Il calcio d’inizio del match è previsto domenica 19 marzo, alle ore 15.

In merito alla partita, ai microfoni di Tuttosport, si è soffermato Giorgio Venturin, ex centrocampista con un trascorso, tra le altre, nelle fila dei granata.

Di seguito, le sue dichiarazioni:

MATCH– “Gara impossibile? Di impossibile non c’è niente, ma sicuramente è molto difficile.  Se la squadra di Spalletti si presenterà sugli standard a cui ci ha abituato, allora ci sarà poco da fare, ma questo vale per chiunque, in Italia. Kvaratskhelia e Osimhen sono tra gli attaccanti più forti in Europa. Dal mio canto, molto sarà dipeso dall’atteggiamento del tecnico granata, Ivan Juric. Se attacchi alto il Napoli rischi di non prenderlo, ma se lo aspetti a metà campo fa male: questo è il problema”.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Freuler soddisfatto: “Adesso testa all’Atalanta”

Pubblicato

:

Bologna, in foto: Riccardo Orsolini, Giovanni Fabbian, Remo Freuler, Joshua Zirkzee

FREULER SODDISFATTO – Ieri sera il Bologna ha ottenuto la sua quinta vittoria consecutiva in campionato, un traguardo che mancava dal lontano 1967. Il sogno Europa, di giornata in giornata, si fa sempre più concreto. A siglare il raddoppio è stato Remo Freuler che, intervistato a DAZN, ha parlato del match contro il Verona e del prossimo impegno contro la sua ex squadra, l’Atalanta.

FREULER SODDISFATTO: “ADESSO TESTA ALL’ATALANTA”

PARTITA –È stata una partita difficile, contro un buon avversario che ci ha creato qualche problema. Tuttavia credo che la vittoria sia meritata e sono felice per aver fatto gol“.

THIAGO MOTTA –Ho sentito i cori per il mister. Non ho fatto caso alla sua reazione, quello che posso dire è che abbiamo un allenatore serissimo e preparato“.

OBIETTIVI –Quello che so è che abbiamo due giorni di riposo, poi inizieremo a preparare la partita con l’Atalanta. Sarà una sfida particolare per me, proverò emozioni speciali perchè sono stato lì per tanto tempo“.

Continua a leggere

Flash News

Nuovo centro sportivo per il Lecce: c’è la delibera

Pubblicato

:

Sticchi Damiani Lecce centro sportivo

NUOVO CENTRO SPORTIVO PER IL LECCE – La notizia era nell’aria da tantissimo tempo e si stavano aspettando alcuni fatti di natura burocratica per dare l’ok definitivo alla realizzazione del nuovo centro sportivo di proprietà. Ora, finalmente, quello che fino a pochi mesi fa era un semplice sogno per il Lecce, per il presidente Sticchi Damiani, per tutti i soci e soprattutto per i tifosi sembra potersi realizzare a breve. Nel pomeriggio i salentini attraverso un comunicato sui canali ufficiali del club hanno ufficializzato “La delibera per la realizzazione del centro sportivo di proprietà”.

NUOVO CENTRO SPORTIVO PER IL LECCE: IL COMUNICATO UFFICIALE 

Come sopracitato, è arrivata nel pomeriggio la nota ufficiale da parte del club di Via Colonello Costadura in cui si legge:

“L’U.S. Lecce comunica che, in data odierna il CDA, all’unanimità, ha deliberato la realizzazione del Centro Sportivo approvando il relativo budget per l’immediata acquisizione dei terreni e per la costruzione dello stesso. Per la prima volta nella sua storia l’U.S. Lecce si doterà di un Centro Sportivo di proprietà. I dettagli dell’operazione saranno comunicati in un’apposita conferenza stampa non appena sarà perfezionato l’iter di acquisizione.”

Quindi come si evince dal comunicato, per tutti i dettagli sarà indetta un’apposita conferenza stampa in cui poi sarà spiegato il progetto approfonditamente, in tutti i suoi particolari e in tutti i suoi dettagli.

Con tutta probabilità il centro sorgerà a Martignano, il cui sindaco negli scorsi giorni ha confermato la trattativa con il club, ritenendosi soddisfatto dei progressi fatti.

Continua a leggere

Flash News

Spalletti: “Voglio l’Europeo! Avrò bisogno di un branco di lupi”

Pubblicato

:

Spalletti

SPALLETTI: “VOGLIO L’EUROPEO!” – In attesa della prossima sosta, in arrivo a marzo, Luciano Spalletti è tornato a parlare della sfida che lo aspetta quest’estate: l’Europeo. Il CT della Nazionale, infatti, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport, dove ha affrontato diversi temi, tornando anche sul suo ultimo club, il Napoli. Di seguito le sue dichiarazioni.

SPALLETTI: “VOGLIO L’EUROPEO”

PRIMI MESI DA CT –Abbiamo guadagnato la qualificazione, meritandola. Siamo stati coerenti nelle scelte e nel giocare un calcio propositivo, senza mai abbandonarlo. Ma dobbiamo essere più bravi a mantenerlo per tutta la durata delle gare: non ci siamo ancora riusciti“.

CASO SCOMMESSE –Ha prodotto una reazione importante del gruppo. Anche se non riesco a capire perché abbiano deciso di venire a interrogare i giocatori in ritiro e non magari a casa in un momento più riservato e meno traumatico per loro. Si sono visti portare via cellulari e tablet, dove oggi c’è l’intera vita privata dei ragazzi. Hanno vissuto una sensazione di precarietà e di fragilità“.

LAVORO –Quella è la base su cui poi si deve aggiungere il talento. Maglia, valori, orgoglio, responsabilità, non sono parole che uso a caso, anche se qualcuno deve averlo pensato… Alcuni giocatori devono aver creduto che Spalletti abbaia e poi non ha i dentini, invece si sbagliano e ora ci sono delle cose che vanno messe in chiaro. Da qui in avanti le Playstation le lasciano a casa e non le portano più. Glielo invento io un giochino a cui pensare per distrarsi la notte. Vengono da me e gli do i compiti da fare la sera se non sono bastati quelli di giorno. Perché in Nazionale si sta sul pezzo, concentrati, non si cazzeggia“.

SPALLETTI: “VOGLIO L’EUROPEO!”

MONDIALE –Voglio vincere l’Europeo e poi voglio vincere il Mondiale. Poi possiamo uscire anche subito, ma i discorsi che faccio alla squadra sono quelli che si aspettano tutti gli italiani: noi si va in Germania per vincere, non per partecipare. Lo richiede la nostra storia. Per riuscirci ho bisogno che questi calciatori diventino meglio di quello che sono“.

CELLULARI –Devo sopportarli, ma non possono essere tenuti sul lettino dei massaggi e durante le cure. Ho parlato di videogiochi perché ci sono state cose che NON mi sono piaciute e il “non” la prego di scriverlo in maiuscolo. Voglio far rivivere i raduni e i ritiri di un tempo: vecchie abitudini e atmosfere. Cose semplici e sane. E Buffon in questo mi aiuterà. Se la modernità è giocare alla Playstation fino alle 4 di mattina quando c’è la partita il giorno dopo, allora questa modernità non va bene“.

GIOVANI –Buongiorno è fortissimo, Bellanova una forza della natura, Calafiori è pronto, Fabbian una sorpresa, Gaetano ora gioca, Folorunsho una belva e poi Cambiaso, Baldanzi, Lucca, Carnesecchi, Di Gregorio, Provedel“.

INTER –Ha tutto: gioco, equilibrio, compattezza, maturità, unità di intenti. Tutti si aiutano, non vedi atteggiamenti sbagliati, gesti di stizza dopo un cambio o un errore. Sono una squadra. Si allenano bene e in mezzo al campo sono fortissimi“.

ATTACCHI DI DE LA –Quale dei De Laurentiis ha parlato? Ce ne sono 4-5 in giro e non mi riferisco ai figli… C’è quello grato, quello malinconico, quello rancoroso, quello retroscenista. Gli auguro di centrare il Mondiale per club che garantisce enormi introiti, nel ranking del Napoli c’è anche la mia mano“.

MILAN –Probabilmente tra le grandi è la più camaleontica e le sue partite sono sempre diverse. Sanno fare un po’ tutto, Pioli riesce sempre a mandare in campo una squadra competitiva ad alti livelli, valorizzando le qualità dell’intera rosa“.

 

 

 

Continua a leggere

Flash News

Pirlo incensa Calhanoglu e svela un aneddoto: le sue parole

Pubblicato

:

Calhanoglu segna da fuori area

Nelle ultime ore il regista dell’Inter Hakan Calhanoglu ha rilasciato un’intervista in cui ha affrontato vari temi. Il turco, oltre ad essersi definito il miglior regista al mondo, ha rivelato tutta l’ammirazione per Andrea Pirlo, il suo idolo. Calhanoglu è rimasto sorpreso dall’interpretazione del ruolo da parte del campione del mondo e dalla sua tecnica.

Dopo la gara vinta dalla sua Sampdoria contro il Cosenza, l’attuale tecnico dei blucerchiati, interpellato sul tema ai microfoni di Sky, ha voluto raccontare un aneddoto che risale al periodo in cui Calhanoglu giocava nel Milan allenato da Rino Gattuso.

LE PAROLE DI PIRLO A GATTUSO

“Calhanoglu sta facendo bene, avevo detto a Gattuso che lui sarebbe diventato un play e adesso sta dimostrando di essere un giocatore fondamentale per l’Inter. È uno dei migliori centrocampisti in circolazione”.

L’ELOGIO DI CALHANOGLU A PIRLO

Queste invece erano state le parole di elogio del turco nei confronti dell’ex regista di Milan e Juventus.

CALHA ELOGIA PIRLO –Lo conosco bene. Mi piace come sta in campo, la sua serenità. Non sentiva lo stress. Il numero uno. Il mio procuratore mi diceva che mi vedeva come Pirlo, non ci credevo. Dicevo che mi sentivo un numero dieci ma il tempo ha dimostrato che aveva ragione. Pirlo però è Pirlo, ha vinto tanto e non posso essere messo al suo livello“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969