Connect with us
Il Vietnam dei miracoli: conquistati i quarti di finale in Coppa D'Asia

Flash News

Il Vietnam dei miracoli: conquistati i quarti di finale in Coppa D’Asia

Pubblicato

:

Il Vietnam riscrive la storia del proprio calcio. Negli Emirati Arabi Uniti è in corso la 18 esima edizione della Coppa D’Asia e questo piccolo Stato, tristemente noto per le guerre che lo assediarono, sta conquistando la propria rivincita sul rettangolo di gioco.

L’ultima partecipazione a questo torneo risale al 2007, quando il Vietnam prese parte alla competizione come Paese ospitante. Qualche anno dopo, ecco la data simbolo del calcio vietnamita: il 14 Novembre 2017  è il giorno della prima qualificazione alla Coppa D’Asia da quando avvenne la riunificazione tra Vietnam del Nord e Vietnam del Sud. In precedenza infatti, le uniche partecipazioni (1956, 1960) le ottenne la squadra rappresentativa del meridione vietnamita. Oggi invece, la squadra scende in campo per rappresentare un popolo solo, più unito che mai.

LA BELLA GIOVENTÙ

Soltanto l’orgoglio di aver raggiunto questo importante traguardo dovrebbe bastare a garantire almeno 10 anni di festeggiamenti. Il sostegno di una popolazione intera si sta rivelando un’arma letale per gli avversari e il Vietnam in questa edizione ha già raggiunto il suo piazzamento migliore: i quarti finale.

La qualificazione alla fase diretta è stata conquistata per un soffio ai danni dello Yemen, dietro alle più quotate Iran e Iraq. Il 20 Gennaio è poi arrivato il clamoroso successo ai rigori sulla Giordania e ora il Vietnam si godrà l’onore di poter giocare contro la super favorita di questo torneo: il Giappone, squadra rivelazione dello scorso Mondiale russo.

Le speranze di migliorare il piazzamento del 2007 sembrano davvero ridotte all’osso, vista la grande differenza tra queste due rose. In ogni caso i giovanissimi vietnamiti che hanno partecipato a questa Coppa D’Asia conserveranno per sempre uno straordinario ricordo, entrando di diritto nella leggenda del calcio di questo Paese. Un grande risultato sportivo per un importante riscatto sociale e storico.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Europa League

Roma-Feyenoord, le ufficiali: De Rossi conferma i titolarissimi

Pubblicato

:

Daniele De Rossi, allenatore della Roma - Serie A, Europa League, Coppa Italia

Tutto pronto per Roma-Feyenoord, match di ritorno degli spareggi per gli ottavi di finale di UEFA Europa League. Si parte dall’1-1 dell’andata, firmato dalle reti di Igor Paixao e Romelu Lukaku. Gli uomini di De Rossi potranno sfruttare la spinta del pubblico amico e la buona condizione psicofisica (4 vittorie e un pareggio nelle prime sei dell’allenatore capitolino sulla panchina) per battere il Feyenoord e conquistare l’accesso agli ottavi di finale. Il Feyenoord, dal canto suo, ha preparato al meglio la gara in settimana, conscio di un secondo posto in Eredivise tranquillo e quasi blindato.

Vediamo insieme le scelte ufficiali di formazione dei due tecnici.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

ROMA (4-3-3): Svilar; Karsdorp, Mancini, Llorente, Spinazzola; Cristante, Paredes, Pellegrini; Dybala, Lukaku, El Shaarawhy. All: De Rossi.

FEYENOORD (4-3-3): Wellenreuther; Geertruida, Beelen, Hancko, Hartman; Wieffer, Timber, Stengs; Nieuwkoop, Gimenez, Paixao. AllSlot.

Continua a leggere

Flash News

Empoli, parla Marin: “Questo è il club perfetto per me”

Pubblicato

:

empoli

Il centrocampista dell’Empoli, Razvan Marin, è intervenuto ai microfoni dei canali ufficiali della Serie A per raccontare il suo approdo in Italia e soprattutto il suo approccio con gli azzurri, club molto importante secondo quanto spiegato anche dall’ex Ajax. Oltre a ciò ha anche raccontato quali sono i suoi obiettivi, sia personali, sia con l’Empoli.

EMPOLI, MARIN: “CLUB PERFETTO PER IL MIO APPRODO IN SERIE A”

Di seguito le parole di Marin ai canali ufficiali della Serie A:

INIZIO CARRIERA – “Ho iniziato a giocare a sei anni quando ero a Bucarest, da piccolo guardavo sempre i grandi club italiani, Milan, Inter e Juventus quando giocavano in Champions League. Quando il mio agente mi ha parlato dell’Italia sono stato davvero felice di venire qua, giocare in uno dei top 5 campionati europei era il mio sogno”.

PASSIONE PER IL CALCIO – “La passione per il calcio mi è stata tramandata da mio padre, era calciatore anche lui alla Steaua Bucarest. E’ lui la prima persona con cui parlo dopo le partite, mi dà consigli. A volte è duro con me, ma questo mi ha aiutato a raggiungere gli obiettivi”.

TRASFERIMENTO AD EMPOLI – “Quando sono arrivato all’Empoli ero felice, il livello era altissimo e la squadra giocava un calcio bello e divertente. Ero felice di giocare in un club con questa filosofia. Qua mi sento davvero bene, tutti sono molto gentili. Il club ha tutto per permettere ad un giocatore di migliorare”.

OBIETTIVI PER LA FINE DELLA STAGIONE – “A fine stagione dovremo scrivere la storia, perché restare in Serie A sarebbe un grandissimo traguardo per la società ed i tifosi, spero che riusciremo a dargli questa soddisfazione. Il mio momento preferito dell’Empoli è stato la salvezza dell’anno scorso, è stato bello restituire qualcosa ai nostri tifosi e quest’anno vogliamo fare lo stesso”.

Continua a leggere

Flash News

Torino-Lazio, le ufficiali: Sarri non rinuncia a Immobile! La scelta su Zapata

Pubblicato

:

Ciro Immobile con la maglia della Lazio le formazioni ufficiali

Non vi sarete mica dimenticati della Serie A? Nella notte nella quale Milan e Roma si giocano l’accesso agli ottavi di finale di Europa League, il nostro campionato recupera il turno della 21esima giornata di Serie A che alcune squadre hanno saltato per gli impegni in Supercoppa Italiana. Tra queste anche la Lazio, uscita con le ossa rotte dalla semifinale con l’Inter e che ha saltato la partita in casa del Torino. Biancocelesti e granata si affronteranno dunque stasera, in un match previsto all’Olimpico Grande Torino alle ore 20.45. Vediamo insieme le formazioni ufficiali della gara.

TORINO (3-4-1-2): Milinkovic; Djidji, Lovato, Masina; Bellanova, Vlasic, Linetty, Ilic, Lazaro; Sanabria, Zapata. All. Juric

LAZIO (4-3-3): Provedel; Marusic, Romagnoli, Gila, Hysaj; Guendouzi, Cataldi, Luis Alberto; Isaksen, Immobile, Felipe Anderson. All. Sarri

 

Continua a leggere

Europa League

Bourigeaud colpisce, Jovic controbatte: il resoconto del primo tempo di Rennes-Milan

Pubblicato

:

Milan

RESOCONTO PRIMO TEMPO RENNES-MILAN – Il Milan sta disputando il match di ritorno del turno preliminare di Europa League in casa del Rennes. Il risultato parziale alla fine della prima frazione di gioco è di 1-1, rassicurate per il Diavolo. Infatti, la gara di andata ha indirizzato indubbiamente il discorso qualificazione in favore dei rossoneri, aventi uno scarto di 3 gol sui colleghi transalpini. Questi ultimi, però, hanno cercato una rimonta miracolosa, sebbene i frutti raccolti siano scarsi. Di seguito riportato il resoconto del primo tempo di Rennes-Milan.

RESOCONTO RENNES-MILAN: IL PRIMO TEMPO

Il Rennes rispetta le aspettative pre-partita, attuando un atteggiamento di grande spinta offensiva e di ricerca costante dell’azione da gol, sperando di ridurre lo scarto di risultato. Tale ideologia provoca la conseguente rinuncia all’attenzione in fase difensiva. Dunque, vi sono ampi spazi in favore del Milan, che si immola in solitaria in vari casi, guidato dagli sprint di Rafael Leao. Tuttavia, les Rouges et Noires schiacciano gli uomini di Pioli all’interno della propria trequarti, cercando di impensierire Maignan in varie occasioni. Fra queste, rientra senza dubbio la conclusione vincente di Bourigeaud, autore della rete dell’1-0 al 10′. Questa situazione alimenta fortemente le speranze di rimonta degli uomini di Stephan e il fervore del pubblico di Roazhon Park, 12esimo uomo dei francesi.

La qualità dei meneghini, però, è nettamente superiore e ciò si rivela un fattore decisivo a loro favore. Infatti, la reazione psicologica dei rossoneri è ammirevole, dimostrando maturità e capacità di ristabilire l’equilibrio grazie a Jovic, il quale realizza il gol dell’1-1 al 22′, la sua prima marcatura europea con la maglia del Milan. Il tira e molla continua, con i padroni di casa che acquisiscono nuovamente il controllo del gioco e vanno vicini al nuovo vantaggio, evitato solo da uno strepitoso Magic Mike. Le probabilità di ridurre la distanza di risultato si riducono all’osso e, con esse, anche le speranze del Rennes, che adotta un atteggiamento più lento e conclude la prima frazione su ritmi molto bassi, con il Milan che si adatta alla lentezza del gioco nel finale.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969