Il 25 Aprile 2006 è un giorno speciale e il Nord di Londra si prepara alla partita più importante dell’anno e non solo. I Gunners allenati da quella volpe di Arsène Wenger sfidano il Villarreal, già sconfitto nel match di andata a Londra, grazie all’1-0 maturato in virtù delle rete di Tourè. La semifinale di ritorno di Champions League si gioca nel catino infuocato dell’Estadio della Ceramica, dove i 23mila tifosi che affollano l’impianto soffiano sulle caviglie dei giocatori e non smettono un momento di incitare il sottomarino giallo.  

MANUEL PELLEGRINI

I Pub nei pressi di Highbury brulicano di gente, che con la mente e il cuore è come se fosse in Spagna a sostenere i propri beniamini, che sognano la finalissima di Champions. Il Villarreal di Riquelme e Forlan deve recuperare il gol dell’andata ma l’allenatore del club spagnolo, Manuel Pellegrini, vuole vendere cara la pelle e sin dalle dichiarazioni della vigilia lascia intuire che il match sarà incandescente.

LE FORMAZIONI

Villarreal: Barbosa, Javi Venta, Pena, Quique Alvarez, Arruabarrena, Riquelme, Josico, Senna, Sorin, Forlan, Franco.

Arsenal: Lehmann, Eboue, Toure, Campbell, Flamini, Hleb, Fabregas, Silva, Ljungberg, Reyes, Henry.

Arsenal

UEFA Champions League, Semi Final 1st Leg. Arsenal Stadium, Highbury, London, 19/4/06. Credit: Arsenal Football Club / David Price.

 

VILLARREAL SPRECONE

Il sottomarino giallo inizia con il piede pigiato sull’acceleratore e mette subito in chiaro le cose. L’Arsenal, squadra più esperta, tiene banco e non si lascia intimorire dai padroni di casa. Partita vibrante, senza un attimo di sosta che gli spagnoli potrebbero sbloccare con Guille Franco, che da posizione invidiabile non trova la porta, mettendo a dura prova le coronarie del tifo casalingo. Nella ripresa stesso canovaccio, con gli spagnoli che ci riprovano ma anche Diego Forlan non trova il bersaglio grosso. I Gunners tirano un lunghissimo sospiro di sollievo, che però diventa ansia allo stato puro proprio all’utimo respiro.

DISCHETTO PESANTE

Come si dice spesso le partite finiscono al novantesimo e proprio all’ultimo minuto il difensore dei londinesi Clichy si rese protagonista di un intervento scriteriato su Jose Mari. Intervento che non passò inosservato sotto gli occhi del direttore di gara, che senza indugio punto l’indice sul dischetto del rigore. Dagli undici metri si presenta lo specialista, Juan Romàn Riquelme.

 

Arsenal

Riquelme e l’errore contro l’Arsenal – Photo by Eurosport.com

Il fantasista argentino ha sulle spalle il destino del Villareal e allo stesso tempo quello dell’Arsenal, silenzio surreale, fato sospeso. Tutto pronto. Riquelme parte, tira, Lens Lehmann intuisce la conclusione non irresistibile e respinge il tiro. Incredibile, imponderabile. I Gunners si salvano e con lo 0-0 finale si assicurano la finale di Champions League contro il Barcellona, ma questa è un’altra storia.