Connect with us
Tutti pazzi per Vinicius: il Real riparte da qui

Generico

Tutti pazzi per Vinicius: il Real riparte da qui

Pubblicato

:

Dopo pochi mesi, è terminato qualche giorno fa un rapporto praticamente mai realmente sbocciato, a partire dal suo inizio tra il caos del Mondiale di Russia ed i disguidi con la Nazionale spagnola, tra Lopetegui ed il Real Madrid. Si sentiva già da parecchio parlare di Antonio Conte, svincolato dal Chelsea ad inizio stagione, ma non solo, fatto sta che alla fine sulla panchina dei Blancos ci si è ritrovato, per ora ancora ”ad interim”, Santiago Solari, fino ad ora tecnico della seconda squadra del Real ( il Castilla ), nonchè ex calciatore militato tra le altre, oltre che proprio nel Madrid, anche dalle parti di Milano, sponda neroazzurra. 

Ieri l’esordio del tecnico Argentino sulla panchina del Real in Liga contro il Valladolid, battuto 2-0 e, anche se i problemi per il Madrid non sembrano essere stati risolti, in Spagna sono tutti pazzi di Vinicius Junior.

IL BIANCO E NERO DI MADRID

Ragazzino, si, anche se con un cartellino del valore di 60 e passa milioni, Vinicius Jr. è pur sempre un ragazzo del 2000. E’ proprio il suo altissimo valore di mercato che, negli ultimi mesi, dopo essere stato relegato al Castilla, aveva fatto si che sorgessero dei dubbi tra i tifosi che, a gran voce, chiedevano dove fosse finito il ”funambolo” brasiliano, il ”prodigio” verdeoro. Alcune voci partite proprio dalla Spagna vedevano addirittura il giovane messo alla porta già a Gennaio, con più di qualche squadra, anche italiana, pronta a partire all’assalto.

Ecco allora pronta la risposta: 2 assist in Coppa del Re nella vittoria per 4-0 contro il Melilla, propiziata un’autorete nella vittoria di ieri con il Valladolid. Appena gli è stata data la possibilità di fare male, lui ha risposto presente.

Solo parole al miele per il Brasiliano nella giornata di oggi; in Spagna sono letteralmente stragati dalle prodezze del classe 2000, tanto da portare Marca ed As, due dei quotidiani più celebri della penisola iberica, a dedicargli la copertina.

Per Marca Vinicius Jr. è il giocatore che può ribaltare le sorti di una stagione che sembra essere maledetta e nella redazione di As non sembrano essere di parere contrario; per loro Vinicius ”porta fortuna”.

E se lo dicono loro, c’è da crederci; Vinicius può realmente essere l’uomo della svolta ed ha tutte le carte in mano per esserlo: velocità, forza fisica, doti tecniche tutt’altro che indifferenti,  ma soprattutto la determinazione e la voglia di mostrare al mondo intero quanto quei 61 mln più commissioni spesi in estate dal Real siano stati un investimento più che azzeccato.

 

 

Alla fine dei conti il diciottenne ha un biglietto da visita niente male: 4 gol e 3 assist in 12 partite giocate in Serie A brasiliana con il Flamengo, poi  2 gol in 5 di Libertadores. A perdere completamente la testa per lui non c’è stato solo il Real…

”Gli auguro tanta fortuna. Questa è una sfida meravigliosa. Tutti sperano di poter giocare per una squadra come il Real Madrid. Ora ha la possibilità di dimostrare tutto il suo talento, è molto determinato”

Ronaldo Luìs Nazàrio de Lima

 

DAL FUTSAL AL REAL: NATO PER STUPIRE

E’ brasiliano e si sa che li’, in Brasile, di talenti ne sfornano di continuo. D’altronde stiamo parlando della terra della samba, la terra di Pelè e della sua Ginga e allora cosa c’è di meglio di un giocatore che le ossa se l’è fatte con il Futsal?

 

Al Real avevano le idee ben chiare: non stavano comprando solo un giovane promettente; stavano comprando un possibile crack del calcio mondiale, stavano comprando un giocatore con margini di miglioramento potenzialmente infiniti, ma che potesse anche giocare fin da subito. Il tutto nell’estate in cui da Madrid, direzione Torino, a partire è stato chi, come Vinicius, in patria aveva la fama di talento cristallino e che, qualche annetto dopo, si ritrova con 5 palloni d’oro sul comodino.

Il paragone appare spontaneo: ”Vinicius è il nuovo Neymar”, ma attenzione a paragonarlo ad un giocoliere; da buon carioca, Vinicius Jr. è infatti calcisticamente cresciuto per diventare una macchina. A San Paolo il calcio non è quello di Rio, città in cui è cresciuto O’Ney; a San Paolo ti insegnano ad usare il fisico come ausilio per la tecnina, ti insegnano il calcio europeo, non ti insegnano a ballare; ti insegnano a giocare a calcio. A San Paolo si impara la forza, si impara la resistenza, ma soprattutto si impara a soffrire, si impara a fare sacrifici e si impara a dare sempre il massimo.

Ma Vinicius tutte queste cose le aveva già dentro, doveva solo imparare ad usarle. Ecco allora la fortuna di avere un padre che da subito permette al figlio di approcciarsi al pallone, da prima con il Futsal, sport migliore per affinare la tecnica, ma poi ben presto 11 contro 11 in un campo da calcio. Allora arrivano le prime richieste, il suo talento è troppo grande per restare inosservato; lo vogliono in molti, ma lo prende il Flamengo che, ben presto, gli piazza sul contratto una clausola da ben 45 mln.

Altra fortuna è stata proprio quella di giocare per il Flamengo, la squadra perfetta per Vinicius; una squadra che sa vincere, ma sa anche come far crescere un giocatore giovane, una squadra che fa di giocatori cosi’ un motivo di vanto, una squadra che tra i tanti ha visto crescere giocatori come Junior e Zico. Ora il Real Madrid e la possibilità di mostrare a tutti il proprio talento, puntando con ogni probabilità a diventare non solo un grande calciatore, ma anche un grande atleta, cosi’ come a San Paolo gli hanno insegnato.

Gamba e fisico, numeri da grande; sono sempre state queste le caratteristiche fondamentali di un giocatore indispensabile prima in Under 15 verdeoro, poi in Under 17 ed ora in Under 20, ma attenzione perchè gli osservatori della Nazionale maggiore mantengono gli occhi sempre aperti quando davanti hanno un giocatore come Vinicius Jr, intanto lui ora si concentra sul Real e su un campionato da ribaltare, accentando la possibilità di diventare il mattatore di questo nuovo corso.

 

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Editoriale

Graffio Napoli, ruggito del Bologna – l’editoriale di Elio Arienti

Pubblicato

:

Napoli Juventus resoconto

Inter a parte, torna al proscenio il Milan che, al termine di una partita spigolosa e tutt’altro che priva di episodi da vivisezionare con estrema pignoleria e puntualità, mette sotto una Lazio determinata e caparbia con il gol-partita di Okafor a tempo praticamente scaduto. Non certo una gara, quella tra rossoneri e biancazzurri capitolini, da tramandare ai posteri per spettacolarità di gioco ed eleganza di comportamento (tanto, troppo il nervosismo sul rettangolo verde dell’Olimpico con tre espulsi e ben undici, in totale, gli ammoniti, messi a referto dall’indecoroso arbitro Di Bello, fermato dall’AIA per un mese), ma tre punti importantissimi per mister Pioli e i suoi ragazzi, nella corsa al secondo posto in classifica soprattutto ora ad una sola distanza di lunghezza da Madama, sconfitta a Napoli nel posticipo domenicale.

Continua, invece, la marcia pressoché inarrestabile di una Roma rivitalizzata dal gioco e dalle idee tattiche di Daniele De Rossi che, anche in quel di Monza ha dato dimostrazione di forza, ritrovata concretezza e baldanza guardando, ora, all’Europa non più dallo spioncino della porta di servizio ma da quella principale. Una Roma bellicosa ma anche elegante nel suo incedere al pari di un Bologna che, nella supersfida d’alta classifica, s’è preso la briga di andare ad espugnare il Gewiss Stadium, l’impianto di Bergamo, dove l’Atalanta spesso la fa da incontrastata padrona.

Seppur lentamente prova a riavvicinarsi alle posizioni che contano in chiave continentale anche la Fiorentina con il pareggio di Torino contro l’undici di Ivan Juric: match non certo irresistibile sotto il profilo estetico, ma di straordinario temperamento e grande agonismo.

Non c’è, comunque, solo la lotta per le posizioni di vertice da tenere in considerazione perchè pure sul fondo-classifica servono riflessioni. Ad esempio ci sarebbe molto da dire del Sassuolo in totale caduta libera (quarta sconfitta consecutiva, 17 in totale) superato, nel testa a testa, anche dall’Hellas Verona e con il suo uomo-faro, Domenico Berardi, alle prese con l’ennesimo lungo stop per infortunio che lo costringerà inoltre a saltare i prossimi Europei con la nazionale. Un “brodino caldo” invece, per il Cagliari che, col gol di Jankto, fa tornare il fiatone all’Empoli mentre Frosinone e Udinese si dividono la posta in palio rispettivamente con Lecce e Salernitana.

Continua a leggere

Generico

Pronostico Inter-Genoa, statistiche e consigli per la partita

Pubblicato

:

Aaron Martin, calciatore del Genoa e della Spagna, e Hakan Calhanoglu, giocatore dell'Inter e della Turchia - Serie A, Champions League

PRONOSTICO INTER-GENOA, STATISTICHE E CONSIGLI PER LA PARTITA – La 27ª giornata di Serie A si chiude a San Siro, dove nel monday night va in scena Inter-Genoa. Sfida importante soprattutto per i nerazzurri, che hanno la possibilità di portarsi addirittura a +15 sulla Juventus seconda in classifica. Ecco il nostro pronostico per Inter-Genoa, statistiche e consigli per la partita.

PRONOSTICO INTER-GENOA: COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

L’Inter vola sulle onde dell’entusiasmo. La squadra di Inzaghi, considerando tutte lo competizioni, proviene da una striscia di 11 vittorie consecutive. Un momento di forma straordinario, come testimoniano i tre 4-0 rifilati in Serie A rispettivamente a Salernitana, Lecce e Atalanta. Con una vittoria, i nerazzurri potrebbero virtualmente chiudere il discorso scudetto approfittando della sconfitta della Juventus e portandosi addirittura a +15 sul secondo posto.

Buon momento anche per il Genoa, reduce dalla vittoria casalinga per 2-0 contro l’Udinese. Nelle ultime 11 partite, la squadra di Gilardino ha incassato una sola sconfitta, contro l’Atalanta. Classifica al momento assolutamente non preoccupante quella del Grifone, tredicesimo in classifica e con un distacco di almeno 8 punti sulla zona calda della classifica. Un’impresa a San Siro, potrebbe addirittura proiettarlo nella parte sinistra della classifica.

PRONOSTICO INTER-GENOA: PRECEDENTI

Gli ultimi 5 precedenti a San Siro tra Inter e Genoa vedono un netto dominio da parte dei nerazzurri, sempre vincenti e senza subire gol. Per altro anche con risultati abbastanza netti, come il 4-0 della prima giornata della Serie A 2021/22. L’ultima vittoria rossoblù a San Siro contro l’Inter risale addirittura al 1994. In questa stagione, nella gara di andata del Ferraris il risultato è stato 1-1 con le reti di Arnautovic e Dragusin.

PRONOSTICO INTER-GENOA

I favori del pronostico da parte dei bookmakers pendono ovviamente dalla parte dell’Inter. La vittoria dei nerazzurri e dunque il segno 1 la troviamo a quota 1.25. Decisamente meno probabile una vittoria del Genoa, quotata a 12.00. Il segno X invece lo troviamo a quota 6.00. Il nostro pronostico è la combinazione 1+OVER 2.5 a quota 1.80.

Continua a leggere

Generico

ULTIM’ORA – Ansia Sassuolo: Berardi esce per infortunio contro il Verona

Pubblicato

:

Sassuolo berardi

Sfortunatissimo Domenico Berardi in Hellas Verona-Sassuolo. Il fuoriclasse neroverde è rientrato oggi da un lungo infortunio che gli aveva fatto saltare sei gare, ma è stato costretto al cambio per un nuovo infortunio. Dopo un rilancio errato di Montipò, Berardi ha controllato il pallone con il petto, ma ha poggiato male il piede al terreno e ha subito chiesto il cambio. La paura più grande è che si tratti di un problema al tendine d’Achille. Chiaramente serviranno accertamenti.

Continua a leggere

Generico

Le parole di Baroni e Carnevali prima di Verona-Sassuolo

Pubblicato

:

Marco Baroni, allenatore dell'Hellas Verona - Serie A

Tra le partite più delicate di questo 27° turno di Serie A c’è indubbiamente il lunch match tra Verona Sassuolo, appaiate in classifica, ma con stati d’animo profondamente differenti. Nel pre-gara, ai microfoni di Sky Sport, si sono espressi al riguardo Marco Baroni, allenatore dei gialloblù, e Giovanni Carnevali, amministratore delegato dei neroverdi.

LE PAROLE DI BARONI

MASSIMA ATTENZIONE – “Dovremo affrontare tutti insieme questa partita, sia coloro che partono titolari, sia quelli che entreranno a gara in corso. Servirà un’attenzione massima per cento e passa minuti, il Sassuolo è conscio del momento che sta vivendo, ma rimane una squadra con grandi possibilità tecniche”.

TUTTE FINALI – “Da qui a maggio tutte le nostre partite saranno delle finali, e la squadra dovrà essere capace di restare sempre dentro la gara, mostrando compattezza anche mentale. Match come questi si risolvono spesso per le piccole cose, e dovremo essere in grado di curare anche i minimi dettagli”.

RESTARE IN PIEDI E CORRERE – “La squadra ha creato le condizioni per restare in piedi in un momento non facile. Adesso dobbiamo iniziare a correre per raggiungere ciò che sembrava impossibile”.

LE PAROLE DI CARNEVALI

BALLARDINI – “In un momento di difficoltà come quello che stiamo vivendo, Ballardini è il profilo adatto per dare la scossa giusta. La squadra ha dei valori, ma indubbiamente ha anche delle carenze; siamo fiduciosi nel fatto che il nuovo allenatore riuscirà a portarci ciò che è mancato prima”.

SERENITÀ – “Continuerò a presenziare agli allenamenti senza stravolgere nulla. Dobbiamo mantenere la serenità e l’equilibrio che non devono mancare in momenti come questo”.

BERARDI – “In undici stagioni di Serie A ci era già capitato un momento come questo, e chiamando Iachini quest’ultimo riuscì a portarci qualcosa di importante. Il ritorno in campo di Berardi può darci tanto anche all’interno dello spogliatoio, è il nostro campione ed è con lui che abbiamo portato a casa risultati e punti. Speriamo rientri in condizione nel miglior modo possibile”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969