L’ex calciatore milanista, oggi d.t. del Milan, è risultato positivo al coronavirus insieme al figlio Daniel. Ieri con un video ha rassicurato tutti, dicendo di stare bene e che il peggio è ormai passato. Oggi però, si legge sul Corriere della Sera un’intervista a Paolo Maldini del giornalista Aldo Cazzullo, dove l’ex giocatore spiega ulteriori dettagli della sua convalescenza.

Maldini inizia infatti precisando che l’influenza da Covid-19 non sia in realtà simile all’influenza comune, specificando che i dolori sono abbastanza forti, come se appunto il corpo fosse alle prese con qualcosa di nuovo.

Io conosco il mio corpo. Un atleta conosce se stesso. I dolori sono particolarmente forti. E poi senti come una stretta al petto… È un virus nuovo. Il fisico combatte contro un nemico che non conosce“.

Riguardo invece le ipotesi del contagio, Maldini confessa che la moglie ha avuto un’influenza molto strana, in cui è stata a letto per tre settimane, così come l’altro figlio, Christian. Da questo il dirigente milanista ha dedotto che il virus abbia circolato in famiglia:

Io ho avvertito i primi sintomi giovedì 5 marzo. Dolori alle articolazioni e ai muscoli. Febbre: mai più di 38 e mezzo. Il giorno dopo, venerdì, sarei dovuto andare a Milanello, e sono rimasto a casa. Ho saltato anche Milan-Genoa. [Per curarmi] solo con la tachipirina. Non ho preso antivirali perché non ho mai avuto difficoltà respiratorie“.

Maldini ha poi affermato di non essere entrato in contatto con nessuno dei giocatori della squadra, e di essere stato in casa con la famiglia, come da regole degli ultimi DPCM.

Fonte immagine in evidenza: profilo Instagram @paolomaldini.