Connect with us
Zidane nello sconforto, si ferma il decimo giocatore

Flash News

Zidane nello sconforto, si ferma il decimo giocatore

Pubblicato

:

Ormai a Zinedine Zidane non resta che abbandonarsi nello sconforto più totale. Il tecnico francese va incontro all’ennesima brutta notizia proveniente dall’infermeria del Real Madrid, ormai stracolma. La sosta delle nazionali infatti, lo priverà anche di Luka Modric, infortunatosi con la nazionale croata.

Il centrocampista ha accusato un dolore abbastanza importante all’adduttore della gamba destra ma il club non ha comunicato l’entità dell’infortunio e naturalmente, neanche i tempi di recupero.

FORMAZIONE… DI INFORTUNATI

Quello che sta accadendo a Madrid ha sicuramente dell’incredibile. Da quando è iniziata la stagione, circa due mesi, ben 10 giocatori blancos hanno accusato infortuni più o meno gravi e sommando il doppio infortunio di Brahim Diaz, il conto di 11 stop totali si rivela salatissimo.

Inoltre, l’assenza di Modric nella prossima gara contro Levante, rischia di pesare come un macigno. Nel proprio organico infatti, Zidane conta un totale di quattro centrocampisti (dopo le partenze di Ceballos e Llorente) di cui uno è Modric. Dunque scelte obbligate per il francese, costretto a schierare Kross, Casemiro e Valverde nella prossima gara, con gli ultimi due che arriveranno molto tardi a causa del lungo viaggio per la sosta nazionali. Lo sconforto di Zidane è più comprensibile che mai.

(Fonte immagine copertina: profilo Instagram Zidane)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Le probabili di Inter-Milan: non ce la fa Bennacer, Lukaku sì

Pubblicato

:

Tutto pronto per il big match di questa ventunesima giornata di Serie A: stiamo parlando di Inter-Milan, che andrà in scena a San Siro alle 20:45 di domenica 5 febbraio.

Le due squadre vivono momenti totalmente diversi, dopo l’ultimo scontro diretto nella finale di Supercoppa vinto dai nerazzurri: da lì l’Inter, nonostante il passo falso con l’Empoli, ha ritrovato la forma, accedendo anche alla semifinale di Coppa Italia dopo il bel successo sull’Atalanta. Il Milan, invece, sprofonda sempre più: 14 gol subiti nelle ultime 6 partite, 5 solo nella clamorosa imbarcata casalinga patita con il Sassuolo.

È chiaro che, per gli uomini di Pioli, questo derby sia una sorta di crocevia della stagione: o si risollevano ottenendo una vittoria importante contro i rivali di sempre, o cadono ancor più nel baratro. Non mancheranno le difficoltà per i rossoneri, su tutte l’assenza di Bennacer, fermato da un problema muscolare in settimana.

Dal canto suo, invece, Inzaghi sta pian piano ritrovando Lukaku, che per questa sfida si candida a una maglia da titolare al fianco del suo partner preferito: Lautaro Martinez. Dovrebbe giocare anche Skriniar, più tranquillo dopo la chiusura del mercato che ha sancito la sua permanenza in nerazzurro fino a giugno. Ecco, dunque, le probabili scelte dei due tecnici per Inter-Milan, il Derby della Madonnina:

INTER (3-5-2): Onana; Skriniar, Acerbi, Bastoni; Darmian, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; Lautaro, Lukaku. All. Inzaghi

MILAN (4-3-3): Tatarusanu; Calabria, Kalulu, Kjaer, Theo Hernandez; Krunic, Tonali, Pobega; Saelemaekers, Giroud, Leao. All. Pioli

Continua a leggere

Calciomercato

Sogliano sul mercato dell’Hellas: “Ilic bell’affare, Gaich ha tanta cattiveria”

Pubblicato

:

Verona

Nella conferenza stampa che sancisce la fine del mercato invernale dell’Hellas, ha parlato il ds degli scaligeri Sean Sogliano, del mercato e del momento della squadra gialloblù.

PERIODO DI FORMA – “Abbiamo alzato la testa dopo un periodo difficile: dieci sconfitte di fila non sono normali, e al mio arrivo avevo trovato un gruppo molto deluso. Ora c’è grande voglia di lottare, nonostante ci siano dei limiti: i giocatori danno tutto sul campo, alzando la testa.”

ILIC –  “Le prime attenzioni che questo club vanno nella direzione di tenere il bilancio in ordine: questo club non salta un pagamento da dieci anni. Il Torino ci aveva proposto di inserire Hien nell’affare Ilic: non è andata in porto, ma non sono deluso da questo. Dovesse continuare così, sarà un investimento che porterà risultati”.

CESSIONI – “Quella di Ilic è stata una buona operazione, ma era anche stato pagato tanto: i margini non sono elevatissimi da questo punto di vista. Vendere, per il Verona, significa tenere i bilanci a posto. Poi ovviamente non dobbiamo essere un supermercato, ma sono il primo a capire che le cessioni servono per reinvestire”.

ABLIDGAARD – “Abildgaard era stato valutato in una fase iniziale del mercato, poi eravamo andati su altri profili. Però lo conoscevamo, e ha delle caratteristiche che mancavano in rosa: ha grande fisicità, è alto un metro e novanta, è mancino… Ha le qualità per calarsi in una realtà che ha bisogno di gente che lotta. È stato capitano del Rubin Kazan, ha giocato in Scozia… Già dai primi allenamenti si capisce che voleva fortemente venire qua. L’abbiamo preso a due ore dalla fine del mercato”.

DUDA – “Quando facevo il d.s. a Verona la prima volta lo andai a vedere a Varsavia: si vedeva che avesse qualità importanti, anche se c’erano club di più alto rango sulle sue tracce. È un grande professionista, ed è un aspetto importante. Si è inserito subito, e può ricoprire diversi ruoli”.

GAICH – “Preferisco star zitto… Abbiamo visto due giorni di allenamento, ha una cattiveria e una fame che a noi serviva. Le parole a volte rischiano di bruciarti, spero che possa far bene. Lui è consapevole che questa sia una grande occasione: qualche anno fa era tra i più chiacchierati in Argentina, poi ha fatto un percorso probabilmente sbagliato, ed è caduto nell’anonimato. La trattativa per lui è durata un mese, ha fatto la differenza la sua voglia di venire qua“.

Continua a leggere

Flash News

Sanabria da un lato, Beto dall’altro: le probabili di Torino e Udinese

Pubblicato

:

Domenica ore 15:00, Stadio Olimpico Grande Torino: i granata tra le mura di casa affrontano l’Udinese di mister Sottil. Entrambe reduci da un pareggio, le due formazioni cercheranno di fare punteggio pieno per dare slancio alla propria situazione in classifica. Il tremendismo del Toro o la dinamicità dei bianconeri? Si prospetta una partita ad alta intensità.

LE PROBABILI FORMAZIONI

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Schuurs, Buongiorno, Rodriguez; Singo, Ilic, Ricci, Vojvoda; Miranchuk, Vlasic; Sanabria. All. Juric 

UDINESE (3-5-2): Silvestri; Becao, Bijol, Perez; Ehizibue, Samardzic, Walace, Lovric, Udogie; Beto, Success. All. Sottil

Continua a leggere

Flash News

Zarate saluta il Cosenza: “Sono pronto e felice di essere qui”

Pubblicato

:

Zarate

Mauro Zarate, ex tra le altre di Lazio, Inter e Fiorentina, si presenta alla squadra e ai tifosi del Cosenza nella canonica conferenza stampa.

LOTTARE PER L’OBIETTIVOLotteremo tutti per un unico obiettivo, dobbiamo essere tutti pronti nel momento in cui l’allenatore avrà bisogno di noi. La cosa importante sarà sempre la squadra”.

IN CALABRIA PER LA MADRE – “Era nel destino tornare in Calabria. La persona più felice del fatto che io sia qui è mia madre, perché è di queste parti. Sono davvero contento di giocare per questa squadra”.

PRONTO E A DISPOZIONESono a disposizione del mio allenatore. Quanto vuole lui, se vorrà zero, se vorrà dieci, se vorrà novanta. Sono pronto già da subito, voglio aiutare la squadra. Vengo da una salvezza in Argentina, ma questa è un’altra storia. Speriamo tutti di fare bene e dare il nostro meglio per raggiungere al più presto l’obiettivo. Avevo tanta voglia di tornare in Europa, ho deciso subito di venire qua. Mi sono sentito voluto e non ho avuto dubbi se accettare o meno”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969